La nuova stagione sta per iniziare e durante le fasi di ritiro pre campionato sono state presentate le maglie da trasferta per il 2012-2013, la bianca a Boston prima dell’amichevole con il Liverpool e la nera nel ritiro di Irdning, quest’ultima con ritardo rispetto al previsto a causa di problemi nella produzione.

Invariati i colori, il classico bianco per la seconda divisa, ed il nero per la terza, come avviene dalla stagione 2007-08.
Come auspicato da MyRoma nella lettera inviata alla società nel Dicembre 2011, sulle maglie da trasferta tornano dei dettagli giallorossi più precisamente sul girocollo, sui bordi e finalmente anche nel risvolto dei calzettoni, dopo che per 8 anni di contratto con la Kappa dal 2001 al 2003 e dal 2008 ad oggi erano stati sempre rigorosamente a tinta unita.

La maglia bianca ha un look molto vicino a quello delle divise bianche degli anni '70, allora utilizzate spesso come prima divisa anche allo stadio Olimpico, usanza che ovviamente ci auguriamo di non dover mai rivedere.

I colori dei bordi sono gli stessi utilizzati per la prima divisa, per cui bene il rosso, migliorabile il giallo. In ogni caso riavere finalmente i bordi delle maglie da trasferta con i nostri colori le identificherà immediatamente come maglie della Roma, evitando che possano essere utilizzate nelle prossime stagioni anche per altre squadre, come successo per la nera dell’altr’anno, anonima e integralmente riproposta dalla Kappa per l’away kit 2012/13 del Derby County.

Non mancano le criticità. La prima, la più fastidiosa è la presenza ancora una volta dei logoni della Kappa sulle maniche, invadenti e per nulla armonici con il design complessivo della maglia e realizzati in un materiale gommoso più pesante degli anni passati. Sono rossi sulla maglia bianca, arancioni su quella nera, un elemento capace di peggiore e di molto anche le migliori maglie. Singolare come per la prima maglia la scelta di una font per le personalizzazioni in uso già nella stagione 2002/03, esteticamente non male, ma un carattere più legato alla storia della Roma piuttosto che a quella della Kappa sarebbe stato gradito.

Discutibile anche l'interruzione del girocollo giallorosso ai lati ma qui si tratta di una scelta stilistica.

Il materiale è lo stesso della prima maglia, molto aderente, per cui si consiglia di scegliere una o due taglie in più di quella portata abitualmente.

La parte giallorossa del girocollo risulta un po'arricciata rispetto al resto della maglia, effetto che si attenua una volta indossata. Sembra siano stati proprio dei problemi con il colletto a far rinviare la presentazione della maglia nera dal ritiro di Riscone a quello di Irdning.

Anche quest’anno sul petto di entrambe le maglie alternative è presente il lupetto. Giusto valorizzare anche questo marchio della Roma, fermo restando lo stemma storico della lupa sulla prima maglia.

Dunque un deciso passo in avanti rispetto alle precedenti versioni della maglie da trasferta realizzate dalla Kappa, che in 8 stagioni di contratto dal 2001 ad oggi aveva unito i nostri colori sulla maglia bianca solo nel 2009/10.

Ringraziamo Francesco Del Vecchio, conosciuto per i suoi contenuti su passionemaglie.it, per questo articolo e per aver voluto condividere con noi questa avventura. Siamo sicuri che con lui e con gli altri Soci MyROMA il nostro Dipartimento per la Tradizione crescerà molto ed offrirà sempre spunti interessanti.

Pubblicato in Per la Tradizione
MyROMA CF: 97606210587 | Copyright MyROMA