Romalandia (43)

FC United of Manchester: la via inglese al calcio popolare

Scritto da  |  Mercoledì, 30 Dicembre 2015 17:13  |  Pubblicato in Romalandia
Letto 755 volte | 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Questo articolo è stato scritto da Federico Castiglioni (@casti_f) per ZonaCesarini.net. Per l'originale clicca qui. Il calcio in Inghilterra è un affare nazionale. Il tifo? Era tra i più bollenti d’Europa. Il campionato? Fra i più competitivi e duri del mondo. Le rivalità? Aspre, perfino violente. Consegnate alla storia. I pub? Straripanti per le partite, quasi come una curva aggiunta. Ma c’è altro. I soldi? A pioggia. La Premier League è la più ricca al mondo in quanto a denaro versato dalle Pay Tv, che si rifanno degli investimenti dettando legge sul sistema calcio. Gli stadi? Primo punto di ogni pacchetto sicurezza dei governi, e fonte rilevante di introiti per le società. I magnati? Spuntano come funghi, ad inondare la Premier di liquidi che poi devono rientrare. Il calcio a Manchester era un affare di classe. O meglio, di working class. Le squadre cittadine, United e City, si dividono per appartenza sociale “verso il basso”. Lo United lo tifano gli operai, il City lo tifano quelli che non sono più nemmeno operai. Gli stadi sono prolungamenti degli slums, e nella curva dello United comanda la “Red Army”. Insomma, il calcio a Manchester non era cosa per la borghesia. Questione complessa.…

Il San Lorenzo presenta l'offerta per ricomprare l'area del suo stadio storico

Scritto da  |  Giovedì, 19 Novembre 2015 17:23  |  Pubblicato in Romalandia
Letto 1436 volte | 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il San Lorenzo de Almagro, storico club di Buenos Aires, ha dichiarato di aver effettuato in data odierna la proposta di acquisto ufficiale per i terreni in cui sorgeva il suo storico stadio nel quartiere di Boedo, dove oggi sorge un supermercato Carrefour. El Viejo Gasómetro sorgeva ad Avenida La Plata, nel cuore del barrio da cui proviene la squadra azulgrana, e ha rappresentato per decenni l’anima popolare del club. Durante la dittatura militare in Argentina, il club fu costretto a vendere i terreni a due aziende fantasma collegate al regime, che poi lo rivendettero ad un prezzo otto volte maggiore alla famosa multinazionale di supermercati. Nel 2010, la Subcomisión del Hincha ottenne presso il Governo di Buenos Aires che i terreni dell’antico stadio venissero espropriati in cambio di un indennizzo, mediante la Ley de Restitución Histórica. Dopo cinque anni, e un’imponente colletta che abbiamo descritto in questo articolo, il San Lorenzo è finalmente in grado di poter presentare un’offerta ufficiale. Segue il testo del comunicato del club. "Il cammino per il ritorno a Boedo non si ferma. […] Il San Lorenzo de Almagro continua le trattative per l’acquisto dello storico terrendo di Avenida La Plata. I team di tecnici…

Tifosy, il crowdfunding per il calcio made in UK

Scritto da  |  Venerdì, 16 Ottobre 2015 10:30  |  Pubblicato in Romalandia
Vota questo articolo
(1 Vota)

Traduzione da wanderersfutbol.com Intervistiamo Fausto Zanetton, che ha fondato nel Regno Unito la prima piattaforma di crowdfunding dedicata alle squadre di calcio. Grazie a Tifosy, i club possono finanziare progetti di ogni tipo grazie al contributo dei propri sostenitori. Dopo aver inaugurato la campagna per la creazione del Museo del Parma, il progetto si mette a disposizione di tifosi e club di tutta l’Europa. In cosa consiste il progetto di Tifosy? Tifosy è una piattaforma online che connette i club di calcio con i propri tifosi e simpatizzanti, grazie alla quale i sostenitori possono contribuire economicamente a progetti specifici avviati dal club. Spesso si tratta di progetti di azionariato popolare, ma includiamo anche progetti di crowdfunding puro, ovvero mediante i quali il tifoso non acquisisce una quota del club ma può comunque finanziarlo. Per fare qualche esempio, nel Regno Unito abbiamo avviato un progetto con il Portsmouth, che è un club al 100% dei tifosi. Grazie alla campagna pubblicata sulla nostra piattaforma hanno finanziato un centro sportivo per le giovanili, raccogliendo più di 250.000 sterline. Adesso abbiamo avviato il primo progetto internazionale con cui finanzieremo il Museo Crociato del Parma, e grazie a tale progetto i sostenitori potranno anche avere…

Campo Testaccio torna al Comune di Roma. E adesso?

Scritto da  |  Mercoledì, 23 Settembre 2015 00:03  |  Pubblicato in Romalandia
Letto 1189 volte | 
Etichettato sotto
Vota questo articolo
(1 Vota)

Lunedì 21 settembre la tanto attesa svolta della vicenda Campo Testaccio è arrivata: il terreno dello storico stadio della Roma è finalmente tornato nelle mani del Comune. Con questa sentenza il Consiglio di Stato ha infatti definitivamente dato ragione all'amministrazione capitolina che, più di cinque anni fa, aveva appaltato l’area al Consorzio Romano Parcheggi perché vi realizzasse un parcheggio interrato e delle nuove strutture sportive. Il contenzioso, che ha condannato l’area ad anni di abbandono, è definitivamente chiuso. Sarà adesso compito del Campidoglio realizzare ciò che viene richiesto da più parti: la realizzazione di una moderna struttura sportiva pubblica al servizio del Rione di Testaccio, ormai dai anni privato del suo campo. Il nuovo assessore allo Sport di Roma Giovanna Marinelli, subentrata a Paolo Masini, ha dichiarato: "Dopo anni di contenzioso finalmente l'amministrazione può avviare un percorso che consenta di arrivare in sinergia con municipio I, realtà associative e tutti i soggetti interessati a vari livelli, a un ripristino dell'impianto. Campo Testaccio per la nostra città rappresenta molto più di un semplice campo da calcio: si tratta di uno dei 'templi' della storia dello sport romano, e vederlo in stato di abbandono è insopportabile. Il mio auspicio è che quanto…

Campo Testaccio, si muovono tutti tranne la Roma

Scritto da  |  Sabato, 18 Aprile 2015 18:49  |  Pubblicato in Romalandia
Letto 1523 volte | 
Etichettato sotto
Vota questo articolo
(1 Vota)

In queste ultime settimane si susseguono le notizie di gruppi di cittadini che si attivano per il recupero di Campo Testaccio. Comitati, Roma Club, partiti e singoli cittadini si danno da fare per sbloccare la situazione che ha ridotto il terreno dello storico stadio una discarica a cielo aperto. Il Campo è ormai abbandonato da più di cinque anni, e tra i cittadini di Testaccio il malumore si contiene a stento. Tutti vorrebbero di nuovo il campo, per permettere ai bambini del Rione XX di prendere parte alla scuola calcio vicino casa, sul campo che è a tutti gli effetti uno dei simboli della zona. Paolo Masini, Assessore allo Sport di Roma Capitale, ha recentemente dichiarato che il 5 maggio il Consiglio di Stato si esprimerà definitivamente sulla complessa questione che oppone il Comune di Roma al Consorzio Romano Parcheggi, ditta appaltatrice dei lavori per realizzare il parcheggio interrato sotto al Campo. L’Assessore ha anticipato che dopo questa data, che come tutti sperano sancirà la vittoria del Comune nel contenzioso, verrà attivato un percorso di progettazione partecipata per l’intera riqualificazione dell’area. Masini ha inoltre confermato la totale volontà da parte dell’amministrazione di non voler lasciare spazio a progetti speculativi. Tutto…


Pagina 1 di 2
MyROMA CF: 97606210587 | Copyright MyROMA